342a puntata TV (9.6.2012)

342a puntata TV (9.6.2012)

Attentati e uccisioni sono il dramma quasi quotidiano per tante comunità cristiane in Nigeria. Ma la violenza colpisce anche i musulmani diciamo normali, la gente comune. E dietro tutto questo c’è un nome ormai tristemente noto anche da noi: i “Boko haram”, un movimento estremista islamico che da anni semina morte e terrore. In questa Nigeria martoriata opera l’organizzazione cattolica “Aiuto alla Chiesa che soffre”. Lo scorso marzo due ticinesi, attivi in questo ente di sostegno, nella Svizzera italiana e in Romandia, sono stati proprio in Nigeria, per visitare le comunità cristiane colpite. Le immagini che ci anno portato sono molto forti e testimoniano un dramma assurdo che è difficile contrastare.

Voltiamo pagina e ritorniamo nella Svizzera italiana per un’altra tappa di “Pietre Vive”: parleremo ancora di lavori in corso questa volta da Rossura.

341a puntata TV (2.6.2012)

341a puntata TV (2.6.2012)

Anche da noi ci sono persone che ricevono il battesimo in età adulta. È avvenuto recentemente, la notte di Pasqua, a Lugano, alla chiesa di San Nicolao, con il vescovo Pier Giacomo. Nove adulti hanno ricevuto i tre sacramenti della iniziazione cristiana: battesimo, cresima e comunione. Abbiamo incontrato alcuni di questi nuovi battezzati per conoscere un po’ più da vicino la loro storia.

Ultima puntata per questa stagione per la rubrica dei bambini “Ciao Signore”. La nostra bravissima Elena ci farà scoprire un’attività che i ragazzi svolgono in molte parrocchie con grande passione: i cori ecclesiali.

Daria Lepori, una delle responsabili di Sacrificio Quaresimale nella Svizzera italiana ha vinto il concorso “Buone Notizie” per la recente domenica dei media. È lei infatti che ha raccolto il maggior numero di preferenze tra il nostro pubblico.

Daria Lepori si è fatta conoscere in questi anni come capace e sensibile animatrice di Sacrificio Quaresimale, l’organizzazione di aiuto allo sviluppo sostenuta dai cattolici svizzeri, che ogni anno raccoglie distribuisce circa 20 milioni di franchi. Il pubblico ha massicciamente votato Daria, scegliendola tra la ventina di volti e voci che avevamo proposto. Sarà dunque lei a ritirare il premio, assieme a due altri vincitori della Svizzera tedesca e della Romandia, durante la cerimonia di premiazione prevista il prossimo 27 giugno a Olten. Auguri e complimenti a Daria e un grazie al nostro pubblico che ha espresso il suo voto. Appuntamento quindi alla prossima domenica dei media, nel 2013.

340a puntata TV (26.5.2012)

340a puntata TV (26.5.2012)

Chi segue i vostri figli e nipoti che frequentano l’Istruzione religiosa scolastica cattolica, quella che una volta si chiamava l’Ora di religione? Questo insegnamento di per sé rientra nei compiti dei parroci ma da tempo ormai in molte scuole la presenza di insegnanti laici, soprattutto donne, è fondamentale. È un momento importante in Ticino per l’Ora di religione. Nelle scuole medie si sperimentano nuove soluzioni, nelle elementari decine di docenti seguono una formazione specifica. E da alcuni mesi è disponibile un nuovo materiale didattico, pensato apposta per i ragazzi del Ticino. Dopo alcuni approfondimenti andati in onda negli scorsi mesi (vedi puntata 331), completiamo oggi il discorso, incontrando più da vicino alcuni docenti.

Una nuova puntata della serie “Pietre Vive”, con cui cercheremo, in futuro, di seguire in particolare le comunità dove si è all’opera per importanti restauri. Questa volta siamo a Maroggia. Il servizio è di Chiara Gerosa.

“Cieli aperti”: lasciamo spazio ora alla solennità di questa domenica, Pentecoste, che significa alla lettera “cinquanta, cinquantina”. Sì perché sono già passati 50 giorni da Pasqua e con Pentecoste il tempo pasquale giunge alla sua Pienezza. Cristina Vonzun ne ha parlato con don Azzolino Chiappini.

339a puntata TV (19.5.2012)

339a puntata TV (19.5.2012)

Non è facile oggi lavorare nella scuola, sia come docenti, sia come allievi. Ne abbiamo parlato negli scorsi mesi a Strada Regina con il Consigliere di Stato Manuele Bertoli, presentandovi i 20 danni della scuola media “La Traccia” di Bellinzona (vedi puntata 328 del 3.3.2012).

Il discorso prosegue oggi con un’altra scuola cattolica, che ha alle spalle questa volta secoli di storia e di esperienza: il Collegio Papio di Ascona. Malgrado la crisi economica, e quindi le difficoltà che pesano sui budget familiari, il Papio cresce e ha successo, tanto che si rendono ormai indispensabili nuovi milionari lavori di ampliamento. Ma che cosa spinge dei genitori a proporre questo tipo di scuola ai figli? E con quale spirito i ragazzi vivono una scuola da sempre nota per essere di qualità ma anche più esigente delle altre? Per trovare le risposte siamo stati alle recenti porte aperte. Visita il sito ufficiale.

338a puntata TV (12.5.2012)

338a puntata TV (12.5.2012)

L’Egitto, l’islam, la primavera araba, i cambiamenti, il dialogo con il cristianesimo… di tutto questo parla il “servizio principale”. Protagonista di una forte intervista è il gesuita di origine siriana Henri Boulad. Ha studiato psicologia, è stato una figura chiave di Caritas Internationalis, ha guidato per anni i Gesuiti del Cairo e il loro collegio. Nel 2009 ha pubblicato un appello a Papa Benedetto XVI per la riforma della Chiesa cattolica. Da tempo Padre Boulad denuncia quella che lui definisce l’ingenuità dell’Occidente nei confronti dell’Islam, parlando persino di un pericolo – invasione. Noi non ci occuperemo oggi dei toni polemici o delle tesi allarmiste di Padre Boulad, ma il percorso che proponiamo, vedrete, è di estrema attualità. Il servizio è di Omar Agustoni. Qualche approfondimento online: i Cristiani fanno le valigieil presente e la pienezza; video sulla primavera araba; video sull’Islam.

“Visto da Roma”: un tempo portavano i Papi sulle proprie spalle; ora hanno altri compiti, ma vivono il Vaticano dal di dentro. Il libro di Massimo Sansolini testimonia di una intensa e commovente quotidianità al fianco dei papi.

337a puntata TV (5.5.2012)

337a puntata TV (5.5.2012)

“Visto da Roma”: la passione per comunicare è parte da sempre del DNA del cristianesimo. Ma come rendere più moderna ed efficace questa passione comunicativa? Ne ha discusso nei giorni scorsi a Roma un convegno di esperti.

Il “servizio principale” di oggi che ci porta nel cuore di un’antichissima civiltà cristiana: l’Armenia. Venezia ha ospitato negli scorsi mesi una mostra sugli straordinari traguardi raggiunti dalla civiltà armena nel campo spirituale, artistico e architettonico. L’Armenia ha abbracciato il cristianesimo nel quarto secolo ed è dunque la prima nazione cristiana, quasi ottant’anni prima dell’Editto di Teodosio che dichiarò il cristianesimo religione ufficiale dell’impero romano. Il servizio è di Werner Weick.

La mostra di Venezia è conclusa ma una parte dei preziosi manoscritti di cui ci ha parlato il servizio rimarrà esposta per tutta l’estate all’Isola di San Lazzaro. Vale quindi la pena visitarla di persona nel V centenario del primo libro in lingua armena stampato proprio a Venezia nel 1512.

Un’ultima segnalazione ci riporta nella Svizzera italiana. Chissà quanti di voi conoscono il santuario della Madonna d’Ongero nei boschi di Carona. Anche quest’anno, dal primo maggio a settembre il santuario è aperto a tutti nei fine-settimana grazie alla Comunità Palabra Viva, che assicura un servizio di accoglienza ai visitatori.

Pagina 15 di 61<<...510141516202530...>>