308a puntata TV (15.10.2011)

308a puntata TV (15.10.2011)

Le votazioni federali, il tabù del suicidio, una Chiesa che si fonda su valori solidi ma li sa interpretare dentro la vita quotidiana della gente: il vescovo Pier Giacomo Grampa ne parla in una intervista a 360° che prende spunto dalla sua ultima lettera pastorale “Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi”. Sui temi sociali e politici mons. Grampa invita a unire i valori dell’accoglienza e della solidarietà con le esigenze di sicurezza e giustizia. Di fronte a una Chiesa che perde credibilità per l’emergere del crimine della pedofilia, chiede un ritorno umile alla coerenza della testimonianza. E per quanto riguarda il suo successore le parole d’ordine sono due: lavorare per l’unità della diocesi e guardare in avanti perché c’è ancora tanto da fare.

306a puntata TV (1.10.2011)

306a puntata TV (1.10.2011)

“Dove c’è Dio c’è futuro” – È con questo slogan che Papa Benedetto XVI si è presentato in Germania, dal 22 al 25 settembre scorsi, per un viaggio che l’ha portato da Berlino a Erfurt (la città di Lutero), fino alla regione dell’Eichsfels – antica enclave cattolica nella ex DDR – e a Freiburg, a soli 50 km da Basilea.

Il Papa ha parlato ai cattolici, ai giovani, ai politici, agli ebrei, ai musulmani, agli ortodossi e naturalmente ai protestanti. E sui suoi messaggi vogliamo ritornare oggi con due ospiti in studio: don Azzolino Chiappini, rettore della Facoltà di teologia di Lugano; Paolo Tognina, giornalista e teologo evangelico.

303a puntata TV (10.9.2011)

303a puntata TV (10.9.2011)

Da tempo, almeno in occidente, le religioni sembravano ormai relegate al semplice ambito privato ma l’11 settembre e altri fattori sociali e geopolitici stanno cambiando la situazione. Alcuni temono l’intrusione delle religioni nell’ambito pubblico, altri vivono questa presenza come un contributo alla società civile. Un recente convegno alla Facoltà di teologia di Lugano (FTL) ha fatto il punto sulla situazione. Abbiamo sentito: Prof. Adriano Fabris (FTL), Prof. Edo Poglia (USI), Prof. Regina Schwartz (Northwestern University USA).

Questa domenica ricorrono i 10 anni dal tremendo attentato alle Torri Gemelle di New York. Vi proponiamo voci e sguardi dal punto di vista cattolico. Queste ed altre testimonianze le trovate anche sul sito internet del Giornale del Popolo (o su YouTube). Il quotidiano cattolico della diocesi di Lugano offre su carta e in video una serie di approfondimenti proprio sull’11 settembre.

280a puntata TV (2.4.2011)

280a puntata TV (2.4.2011)

Cristiani e politica, un tema stuzzicante, alla vigilia delle elezioni cantonali ticinesi. Ne parliamo nel servizio principale pensando in particolare alla realtà del cantone Ticino. C’è un rapporto tra fede e scelte politiche? Che cosa votano tendenzialmente i cattolici? Che rapporto c’è tra i vari modi di essere cattolico e le proprie scelte politiche? Ne parliamo con alcuni interlocutori ed esperti: Franco Garelli (sociologo dell’Università di Torino); Giorgio Campanini (autore del libro: “Testimoni nel mondo. Per una spiritualità della politica”); Enrico Morresi, redattore responsabile della rivista “Dialoghi”, voce critica nella Chiesa ticinese; Claudio Mésoniat, direttore del Giornale del Popolo; Abbondio Adobati, ex granconsigliere e sindacalista. Leggi anche l’articolo del GdP pubblicato il 31 marzo  nella pagina “Tuttalatele”.

Non manca infine la rubrica “Cieli aperti” con l’arcivescovo mons.  Renato Boccardo che dall’abbazia di San Felice di Narco in Umbria commenta il Vangelo del “Cieco nato”, della quarta domenica di quaresima.

187a puntata TV (20.6.2009)

187a puntata TV (20.6.2009)

In politica con i valori della propria fede: bioetica, economia, giustizia sociale, giovani… Chiara Simoneschi-Cortesi è ospite questo sabato a Strada Regina per un’intervista sul legame tra convinzioni spirituali e impegno nella società civile.

173a puntata TV (14.3.2009)

173a puntata TV (14.3.2009)

Sarà il popolo svizzero a votare sulla questione “sì o no ai minareti”. Intanto il 16 febbraio il Parlamento cantonale ha bocciato la proposta di divieto in Ticino e il 4 marzo il Consiglio nazionale ha rigettato l’iniziativa popolare depositata dall’UDC. Ma al di là di questo, l’urgenza vera è il dialogo e l’integrazione. Ne parlano a Strada Regina il vescovo Pier Giacomo Grampa, l’imam di Viganello Samir Jelassi e l’avvocato Carlo Caimi.

Per la rubrica “Cieli Aperti”, il monaco Luciano Manicardi commenta la terza domenica di quaresima.

Pagina 1 di 212